Regione Marche Agricoltura
Regione Marche
image11.jpg
MIGLIORAMENTO DELLA COMPETITIVITà DEL SETTORE AGRICOLO E FORESTALE MIGLIORAMENTO DELL'AMBIENTE E DELLO SPAZIO RURALE QUALITà DELLA VITA NELLE ZONE RURALI E DIVERSIFICAZIONE DELL'ECONOMIA RURALE ATTUAZIONE DELL'APPROCCIO LEADER
Voi siete qui: Home ARCHIVIO NEWS

News

PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA: L’AGGREGAZIONE CHE CREA QUALITÀ E REDDITO

Stampa  E-mail 
GIOVANI_2La progettazione integrata di filiera, quale strumento di aggregazione per le imprese rurali, capace di creare qualità per il consumatore finale, ma anche e, soprattutto, reddito per chi decide di aderirvi, sarà il tema al centro dell’incontro previsto per venerdì 12 febbraio ore 16.30, presso il Teatro dell’Iride di Petritoli (FM) nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale Marche 2007-2013.
Ultimo aggiornamento ( Giovedì 11 Marzo 2010 13:21 )
 

L’ATTIVITÀ AGRITURISTICA: LE NUOVE FRONTIERE DELL’IMPRESA RURALE

Stampa  E-mail 
L’Attività agrituristica e la diversificazione delle imprese rurali saranno al centro dell’incontro previsto per mercoledì 10 febbraio, ore 16.30, nella sala polifunzionale di Smerillo (FM) nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale Marche 2007-2013. Interverranno il vice presidente e assessore all’Agricoltura - Regione Marche Paolo Petrini, Nicola De Felice Ministero Politiche Agricole e Forestali, il professor Carlo Hausmann dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” - Master in Economia e Management del Turismo e Leonardo Lopez Servizio Agricoltura, Forestazione e Pesca - Regione Marche.
Ultimo aggiornamento ( Giovedì 11 Marzo 2010 13:20 )
 

ENOTECA REGIONALE: LA POSIZIONE DELL'ASSESSORE ALL'AGRICOLTURA

Stampa  E-mail 
wine_2Il vice presidente e assessore all'Agricoltura della Regione Marche precisa che l'enoteca regionale di Jesi e` al centro delle riflessioni dei vitivinicoltori, chiamati a sviluppare la promozione dei vini in maniera sempre piu` efficace. La Regione Marche attraverso il Programma di Sviluppo Rurale consegna loro questo compito strategico e un congruo finanziamento. Nella promozione, infatti, non vi sono solo le fiere, le iniziative di incoming, di wine tasting e altre manifestazioni o eventi diretti a procurare nuove quote di mercato, ma vi sono anche le enoteche regionali, con le loro funzioni e la loro presenza sul territorio.
Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 10 Febbraio 2010 11:37 )
 

IN ARRIVO 15 MILIONI DI EURO PER LA PROMOZIONE DEI VINI MARCHIGIANI - PETRINI: AZIONI CHE CONTRIBUISCONO A MIGLIORARE LA COMPETITIVITA' DEI PRODOTTI DI QUALITA'

Stampa  E-mail 
wine

Nuove risorse per la promozione dei vini marchigiani. In arrivo 5 milioni di euro destinati ai produttori locali. Lo ha stabilito la Giunta regionale nel corso di una recente seduta. 'Si tratta di aiuti economici - spiega il vicepresidente e assessore regionale all'Agricoltura, Paolo Petrini ' che vanno ad aggiungersi alle ulteriori somme assegnate alle Marche, derivanti dalla modulazione e dalla riforma dell'OCM vino, che permetteranno di consolidare un investimento complessivo nel prossimo triennio di circa 15 milioni di euro'.

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 10 Febbraio 2010 15:26 )
 

CONFERENZA REGIONALE AGRICOLTURA - GLI INTERVENTI DEL PRESIDENTE SPACCA E DEL VICE PRESIDENTE PETRINI

Stampa  E-mail 
CONFERENZA_REGIONALE

Di ritorno da Pescara, dove assieme ai presidenti di Abruzzo e Molise ha sottoscritto un'importante intesa per la strada intervalliva che colleghera` Teramo a Fermo e Civitanova, il presidente delle Marche, Gian Mario Spacca, ha preso parte oggi, alla Loggia dei Mercanti di Ancona, alla Conferenza regionale sull'agricoltura, sul tema 'Sviluppo regionale e agricoltura: un futuro comune?'.

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 10 Febbraio 2010 11:30 )
 

PUBBLICATO SUL BLOG QUIBLOGPSRMARCHE.IT ARTICOLO DI MONICA AMARI

Stampa  E-mail 
mix_agricolturaSul blog www.quiblogpsrmarche.it è stato pubblicato un articlo di Monica Amari, cultural planner e membro del comitato scientifico. L'articolo si intitola Rurale: un significato chiuso o aperto?

Qui di seguito pubblichiamo l'articolo.

Vorrei partire dal perchè la UE non ha voluto definire il  termine “rurale”. Credo che le difficoltà riscontrate da parte di coloro che abbiano voluto confrontarsi con il problema di una “definizione”, siano dovute a due ordini di fattori: il primo riguarda una  difficoltà grammaticale di tipo  “normativo” , il secondo una difficoltà  di tipo “semantico”.

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 10 Febbraio 2010 10:20 )
 
topolino
Altri articoli...
Pagina 16 di 16