Regione Marche Agricoltura
Regione Marche
image07.jpg
MIGLIORAMENTO DELLA COMPETITIVITà DEL SETTORE AGRICOLO E FORESTALE MIGLIORAMENTO DELL'AMBIENTE E DELLO SPAZIO RURALE QUALITà DELLA VITA NELLE ZONE RURALI E DIVERSIFICAZIONE DELL'ECONOMIA RURALE ATTUAZIONE DELL'APPROCCIO LEADER
Voi siete qui: Home ARCHIVIO NEWS

News

LE MARCHE IN TAVOLA 2014: UN VIAGGIO NELLA QUALITA’ E NEL BENESSERE

Stampa  E-mail 

MarcheinTavola_2014_sitopsr

Anche per il 2014 torna l’appuntamento con LE MARCHE IN TAVOLA. Nella cornice suggestiva del Complesso di San Salvatore in Lauro a Roma si svolgeranno una serie di eventi dedicati alla promozione del territorio e dell’enogastronomia marchigiana.

Si comincia il 15 MAGGIO 2014 alle ore 17.00 nel Salone dei Piceni con un seminario dal titolo Il territorio marchigiano: la buona accoglienza che crea benessere.
Il paesaggio marchigiano rappresenta la sintesi ideale tra territorio, cultura, arte ed enogastronomia, in cui aspetti estetici, culturali ed ambientali  si fondono per contribuire al benessere fisico e mentale dell’individuo.
Un patrimonio prezioso, che la Regione Marche si è impegnata a tutelare e valorizzare, per offrire un’accoglienza originale e confortevole, rispondendo così in modo efficace a quella domanda di “turismo verde”, qualificato e sostenibile, che va affermandosi come trend in continua crescita e che ha trovato ampio sostegno nell’ambito dell’attuale Programma di Sviluppo Rurale Marche.

Il programma continua il 22 Maggio 2014 alle ore 17.00, sempre nel Salone dei Piceni, con un seminario dal titolo Alimenti che si prendono cura di noi: la tradizione del biologico, l’innovazione nell’ortofrutta.
La vocazione biologica dell’agricoltura marchigiana ha radici profonde, frutto di secoli di storia e tradizioni. La Regione Marche anno dopo anno conferma la validità di questo modello produttivo, perché simbolo dell’identità alimentare regionale e ne incrementa i positivi risultati tramite il PSR Marche.
A questo si aggiungono la forza innovativa della filiera ortofrutticola e la riscoperta della biodiversità.
Tradizione e modernità si sposano dunque, ma sempre con un unico obiettivo: produrre alimenti che si prendono cura di noi, confermando come storicamente le Marche abbiano una cultura della nutrizione molto sviluppata, attenta alla qualità ed alla sostenibilità.

Il terzo appuntamento si svolgerà il 27 Maggio 2014 alle ore 17.00 nel Salone dei Piceni con un seminario dal titolo Mangiare bene, mangiare sano: Il paniere eno-gastronomico marchigiano.
Il paniere eno-gastronomico marchigiano si distingue per varietà ed eccellenza: alimenti unici dal punto  di vista organolettico, sicuri perché tracciabili e rintracciabili, frutto di attenti e importanti accordi di filiera.
Un paniere che annovera produzioni vinicole di grande qualità, il pregiato tartufo, unico e prezioso, prodotti certificati QM- Qualità garantita dalle Marche e tanto altro.
Mangiare bene e sano è dunque binomio possibile,  nutrimento prezioso per corpo e anima, che regala benessere e salute, come dimostrano i dati che identificano le Marche quale regione più longeva d’Europa e quindi tra le prime al mondo per anzianità della popolazione.

Torna anche per quest’anno lo spazio espositivo rivolto al grande pubblico per promuovere e conoscere le eccellenze della produzione agro-alimentare marchigiana.
Dal 28 al 31 maggio 2014, nello spazio suggestivo del Complesso di San Salvatore in Lauro, si svolgerà LE MARCHE IN TAVOLA - SPAZIO ESPOSITIVO.
i visitatori potranno apprezzare il meglio della produzione vitivinicola, per passare ai prodotti della filiera del biologico, alle eccellenze certificate Qm (Qualità Marche), ai preziosi oli monovarietali ed alle infinite produzioni  che parlano di tradizione, di biodiversità, di qualità.
Ancora una volta la Regione Marche regala al suo pubblico un viaggio unico, che si snoda tra salubrità, bontà e convivialità, tutti elementi che insieme favoriscono il benessere psico-fisico con un elevato standard di vita e positive premesse per una vita lunga, attiva e in buona salute.
Ultimo aggiornamento ( Lunedì 28 Aprile 2014 09:21 )
 

OPEN DAY AGRINIDO: A MAGGIO GLI AGRINIDO APRONO LE PORTE A GENITORI E BAMBINI

Stampa  E-mail 

AGRINIDO_OPENDAY2014_psr

In vista delle prossime iscrizioni e, quindi, della scelta delle strutture cui affidare i propri piccoli, le aziende che gestiscono gli AGRINIDO aprono le porte a tutte le famiglie - genitori, nonni, bambini - che sono interessate ad approfondire la conoscenza di questa innovativa tipologia di struttura, a conoscere gli operatori, il progetto educativo, l’organizzazione degli spazi interni ed esterni ed i materiali utilizzati.
La rete degli “Agrinido di Qualità” è un progetto promosso dalla Regione Marche rivolto a bambini da 1 a 3 anni, realizzato dall'imprenditore agricolo in parallelo alla propria attività e nel rispetto della normativa regionale di settore per la gestione dei servizi per l'infanzia. Il format Agrinido nasce dalla partnership tra Regione Marche e il Comune di Chiaravalle, fondatore promotore della Fondazione Chiaravalle-Montessori.
La sperimentazione ha spinto a proseguire il progetto ed oggi, si è arrivati ad avere 6 strutture, diffuse su tutto il  territorio regionale e presenti in tutte le province.
In occasione degli Open Day sarà presentata l’iniziativa “Un nuovo Agrinido in affido”.
Le date per l’Open Day  variano a seconda degli Agrinido : per maggiori informazioni clicca qui.

 

 

VIDEO


Intervisya a Leonardo Lopez, Regione Marche

Ultimo aggiornamento ( Domenica 20 Aprile 2014 14:32 )
 

DAL SEMINARIO DI FERMO LE RICETTE DELLE MARCHE PER IL NUOVO PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014-2020

Stampa  E-mail 

 

seminario_4_01

L’assessore Malaspina - Il settore agroalimentare è fondamentale per l'economia regionale e per l'uscita dalla crisi.

Un numeroso e qualificato pubblico ha fatto da cornice il 16 marzo, al seminario “Dalle strategie alle misure”, quarto fondamentale passo di avvicinamento e condivisione con la platea dei partecipanti in vista della definizione del nuovo Programma di Sviluppo Rurale delle Marche 2014-2020, che regolerà un settore strategico dell’economia marchigiana per i prossimi sette anni.

L’incontro, ospitato al Fermo Forum nel contesto di Tipicità, la fiera del Made in Marche dedicata ai prodotti eno-gastronomici regionali, è stato preceduto dal saluto del sindaco di Fermo Nella Brambatti e dal presidente della Provincia Fabrizio Cesetti.

I lavori sono stati aperti dall’assessore all’Agricoltura Maura Malaspina, che ha sottolineato la forte vocazione rurale delle Marche. “L’agricoltura e l’agroalimentare - ha precisato la Malaspina - sono settori che contribuiscono, in modo determinante, allo sviluppo della nostra regione. Non a caso il settore agricoltura nelle Marche viaggia in controtendenza con altri comparti e realizza una performance positiva, trainata anche dal successo dell’export, specie con il biologico, i prodotti di qualità a marchio Qm e i vini. E proprio l’export deve vederci come primi attori per il futuro, consapevoli che le potenzialità espresse dal comparto agroalimentare sono la chiave per veicolare la bellezza dei nostri beni culturali e del nostro territorio anche dal punto di vista turistico. I risultati e gli obiettivi raggiunti a livello regionale ci hanno permesso di affrontare al meglio un’impegnativa trattativa per la destinazione dei fondi. Grazie alle ottime performance, abbiamo ottenuto per le Marche 55 milioni di euro in più, portando la nostra quota a 538 milioni di euro. A fine marzo inizierà un confronto su alcune parti del PSR in sede comunitaria, a seguire inizieremo le procedure per portare a casa, dopo la fase negoziale, il massimo possibile per il sostegno a un settore che riteniamo fondamentale per l’intera economia e il benessere della nostra regione, oltre che un volano per uscire dalla crisi”.

Il seminario è proseguito con l’intervento della dirigente del Servizio Agricoltura Cristina Martellini che nel suo intervento, incentrato sullo stato dell’arte del nuovo Psr 2014-2020, ha evidenziato l’importanza della qualità in senso ampio. “Si parte, per le Marche, da una situazione favorevole – ha detto la Martellini – che tanto più deve vederci puntare ad una qualità globale per tutti gli aspetti costitutivi del Psr. Non solo la produzione, ma anche lo sviluppo integrato tra i territori, la coerenza nell’erogazione dei fondi, i rapporti tra istituzioni, la formazione degli operatori sono tutti tasselli essenziali per competere in modo vincente e sostenere la crescita in modo solido e strutturale”.

Il dirigente  Lorenzo Bisogni e i funzionari Silvia Fiorani e Ilaria Mantovani, del Servizio Ambiente e Agricoltura, hanno presentato alcune delle principali schede di misura del futuro PSR 2014-2020, ossia la misura 4 che supporta gli investimenti delle aziende e le infrastrutture nelle aree rurali, la misura 11 che sostiene l’agricoltura biologica, le misure 1 e 2 inerenti il sostegno ad azioni di informazione, formazione e consulenza. Ai partecipanti è stato distribuito su supporto cartaceo il testo contenente, oltre alle schede di misura illustrate, anche le schede della misura 7 “servizi di base e rinnovamento dei villaggi nelle zone rurali”, della misura 8 “investimenti nello sviluppo delle aree forestali e nel miglioramento della redditività delle foreste”, e della misura 16 “ cooperazione”, sottomisure 16.1 e 16.2 inerenti l’innovazione.

Ufficio stampa – PSR MARCHE 2007-2013   Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


SCARICA LA PRESENTAZIONE DI LORENZO BISOGNI
SCARICA LA PRESENTAZIONE DI SILVIA FIORANI
SCARICA LA PRESENTAZIONE DI ILARIA MANTOVANI

 

RASSEGNA STAMPA

 

SCARICA LA RASSEGNA STAMPA

VIDEO


Video Generale Seminario “Dalle Strategie alle Misure”


Intervento Maura Malaspina - Assessore all’Agricoltura Regione Marche


Intervento Cristina Martellini - Dirigente Servizio Ambiente e Agricoltura Regione Marche


Intervento Lorenzo Bisogni - Servizio Agricoltura Regione Marche


Intervento Silvia Fiorani - Servizio Agricoltura Regione Marche


Intervento Ilaria Mantovani - Servizio Agricoltura Regione Marche


Intervista Maura Malaspina - Assessore all’Agricoltura Regione Marche


Intervista Lorenzo Bisogni - Servizio Agricoltura Regione Marche


Intervista Fabrizio Cerasoli - Servizio Agricoltura Regione Marche


Intervista Giovanni Bernardini - Presidente Copagri Marche


Intervista Claudio Gagliardini - Vice Direttore Coldiretti Regione Marche


Intervista Rodolfo Tagliarini - Presidente Cooperativa “Terre del Conero”


Intervista Marino Mosconi - Agricoltore, Ancona


Intervista Umberto Trojani - Specialista Agrario “Banca dell’Adriatico”


Intervista Daniele Paci - Agronomo

IMMAGINI

seminario_4_02

seminario_4_03

seminario_4_04

seminario_4_05

seminario_4_06

seminario_4_07

seminario_4_08

seminario_4_09

seminario_4_10

Ultimo aggiornamento ( Domenica 27 Luglio 2014 11:22 )
 

GRANDE SUCCESSO ALL'EDIZIONE 2014 DI TIPICITÀ

Stampa  E-mail 

tipicita2014_02

La Regione Marche ha partecipato con grande successo a Tipicità, la fiera del Made in Marche dedicata alle eccellenze eno-gastronomiche regionali, che si è tenuta a Fermo nel week end del 15, 16 e 17 marzo.

Quella di quest’anno è stata un’edizione davvero da record, con migliaia di visitatori (per la giornata di domenica 16 marzo si è parlato di circa 9 mila biglietti stampati!) che già dal primo giorno hanno affollato i nuovi padiglioni alla scoperta del percorso tra le attività artigianali ed enogastronomiche marchigiane ed i numerosi partner che da varie parti d’Italia e del mondo hanno voluto presenziare a questo importante appuntamento.

Un flusso ininterrotto di famiglie, bambini, operatori, intenditori si sono immersi nel meglio di quanto la produzione marchigiana possa offrire in termini di eccellenze.

Molto apprezzati tutti gli stand, colorati e fortemente coinvolgenti, come quello della Regione Marche, un unico, grande e suggestivo contenitore, capace di presentare le diverse anime del rurale marchigiano:

  • le peculiarità del nuovo Programma di Sviluppo Rurale 2014 -2020,
  • la variegata esposizione dei prodotti certificati Qm-Qualità delle Marche,
  • l’ampio spazio dei vini, con la partecipazione di IMT - Istituto Marchigiano Tutela Vini e Consorzio Vini Piceni.

Un’imponente struttura ha presentato inoltre i progetti del settore agroalimentare nei quali la Regione Marche è impegnata nel contesto  della macro regione adriatico-ionica.

Grande partecipazione hanno riscosso i vari momenti delle degustazioni: il magnifico Verdicchio, il vino più premiato di Italia, ha richiamato pubblico curioso e qualificato, come anche il corso sull’olio mono-varietale condotto da Barbara Alfei di Assam e lo show-cooking  a base di prodotti certificati Qm realizzato nell’Area Accademia.
Infine, un numeroso pubblico ha partecipato al seminario “Dalle strategie alle misure”, quarto fondamentale passo di avvicinamento e condivisione in vista della definizione del nuovo Programma di Sviluppo Rurale delle Marche 2014-2020.

Molti altri convegni su temi di interesse regionale e nazionale ed incontri con partner europei hanno fatto da cornice a tutta la manifestazione, alternando momenti di approfondimenti ad altri più ludici e informali.

VIDEO


Video generale Tipicità - Regione Marche


Tipicità 2014 - Servizio Tv Centro Marche

IMMAGINI

tipicita2014_03

tipicita2014_04

tipicita2014_05

tipicita2014_01

tipicita2014_06

tipicita2014_07

tipicita2014_08

tipicita2014_09

tipicita2014_10

tipicita2014_11

tipicita2014_12

tipicita2014_13

tipicita2014_14

tipicita2014_15

tipicita2014_06

 

Ultimo aggiornamento ( Domenica 20 Aprile 2014 12:22 )
 

QUALITà DELLE PRODUZIONI AGROALIMENTARI: I temi “centrali” del nuovo Programma di Sviluppo Rurale Marche 2014 – 2020 presentati sulla stampa quotidiana regionale

Stampa  E-mail 

qual_alimentare
Dal confronto e dal dibattito degli ultimi mesi è emersa la forza competitiva della qualità delle produzioni agroalimentari marchigiane, che si concretizza in tracciabilità, salubrità e sicurezza, anche grazie alle numerose filiere nate in questi anni, proprio con il sostegno del PSR.

 

Ultimo aggiornamento ( Martedì 11 Marzo 2014 13:59 )
 

TERRITORIO: I temi “centrali” del nuovo Programma di Sviluppo Rurale Marche 2014 – 2020 presentati sulla stampa quotidiana regionale

Stampa  E-mail 

territorio
Dalla concertazione e condivisione con il Partenariato è risultato strategico investire sulla tutela del territorio, sia per prevenire il dissesto idrogeologico e l’abbandono di zone decentrate, sia per valorizzare questo bene immenso, che  unisce arte, cultura, paesaggio, enogastronomia, diventando meta elettiva di un turismo “verde” in forte crescita.

 

Ultimo aggiornamento ( Martedì 11 Marzo 2014 13:31 )
 
topolino
Altri articoli...
Pagina 4 di 16